Dai vita alla tua Energia Naturale

VITAMINA C: cosa dovresti sapere e come integrarla naturalmente

In questa stagione (e in questo particolare periodo storico!) se ne sente parlare tantissimo: di che cosa, ti stai domandando? Della vitamina C, ovviamente!

Ci piacerebbe così dire la nostra, spiegarti il motivo -anzi i motivi- per cui è importante integrarla e come farlo naturalmente, con alimenti che la natura stessa ci regala!

La vitamina C, o acido ascorbico, è un potente antiossidante coinvolto in numerosi processi fondamentali per l’equilibrio del nostro organismo: lotta ai radicali liberi, riparazione dei tessuti, rafforzamento delle difese immunitarie, sintesi del collagene e assorbimento del ferro sono davvero solo alcune delle sue funzioni! 

Innanzitutto, è importante sapere che la vitamina C è idrosolubile (ovvero si scioglie in acqua). Cosa significa? Che non può essere accumulata nel nostro organismo: dosi eccessive sono inutili perché la sua efficacia diminuisce (la dose non utilizzata viene espulsa con le urine ma ricordiamo che quantità eccessive possono favorire la gotta o, se associate a carenza di ferro, distruggere la vitamina B12)!

Ma veniamo alla seconda nozione fondamentale: la vitamina C è sensibile all’ossigeno, al calore e alla luce e deperisce facilmente con la conservazione e le varie manipolazioni. Facciamo l’esempio del kiwi, uno dei vegetali più ricchi di vitamina C in assoluto: quando lo acquisti è già stato raccolto da almeno 2-3 giorni, poi lo conservi fino a maturazione ed infine, quando lo sbucci e lo tagli, lo esponi alla luce e all’ossigeno! Insomma, preservare la vitamina C alimentare è davvero un’utopia!

Qui di seguito troverai i tre “super-alimenti” in polvere (acerola, camu camu e rosa canina) che più ti consigliamo per soddisfare, in modo naturale, il tuo fabbisogno di vitamina C giornaliero (pari a 90 mg per gli uomini e circa 70 mg per le donne).

Acerola

Pensa, la bacca dell’acerola contiene dalle 30 alle 50 volte un quantitativo di vitamina C superiore a quello dell’arancia (e abbiamo capito che la classica spremuta ne contiene ben poca!): potremmo proprio considerarla la regina dell’acido ascorbico! La nostra polvere viene ottenuta da bacche raccolte a piena maturazione, liofilizzate senza l’aggiunta di alcun altro ingrediente e vantano il 12% di acido ascorbico, davvero una buona percentuale! Tra pochi giorni, potrai trovare anche l’acerola Verde, sempre in polvere e liofilizzata che vanta un 30% di Vitamina C, unica!

Grande alleata del nostro sistema immunitario, l’acerola rinforza i nostri anticorpi, svolge un ruolo preventivo nei confronti di raffreddori, influenze stagionali e infezioni ma non solo: è anche in grado di velocizzare i processi di guarigione e le possibili ricadute.

Inoltre, non ci dimentichiamo di tutti gli altri micronutrienti: provitamina A, vitamine B1, B2, B3, B5, B6 e sali minerali tra cui calcio, ferro, fosforo, magnesio e potassio. E’ così che l’acerola diventa anche un tonico nervoso, ideale per contrastare stanchezza, astenia (mancanza di energie, carenze vitaminiche, convalescenza e stress cronico.

Nei fatti c’è ancora di più: secondo recenti ricerche scientifiche, l’acerola sembra in grado di aumentare i livelli di colesterolo buono, di diminuire i trigliceridi e il glucosio ematico (sempre per merito della vitamina C!), oltre a svolgere attività antinfiammatoria a livello della flora batterica intestinale grazie all’azione astringente dei suoi tannini!
Ti consigliamo di assumerla regolarmente, a partire dalla dose di mezzo cucchiaino per poi passare ad uno intero, per 3-4 mesi, facendo una pausa di una settimana.
Provala miscelata a yogurt e bevande vegetali, succhi di frutta, smoothie o semplicemente acqua. In alternativa, puoi inserirla nelle tue preparazioni crude, come barrette, energy balls o cookies!

Camu Camu

La nostra polvere di camu camu, con il suo 10% di vitamina C, si piazza subito al secondo posto! Una volta raccolti, i frutti del camu camu vengono essiccati e polverizzati in tempi estremamente ridotti allo scopo di preservare la loro ricchissima concentrazione di Vitamina C.
Ancora una volta ci troviamo di fronte ad un alimento estremamente ricco dal punto di vista micronutrizionale, fonte di minerali fondamentali quali potassio, calcio, sodio, zinco, rame e ferro. Rispetto alla precedente acerola, il camu camu vanta una struttura organica più complessa, che prevede importanti aminoacidi essenziali (che devono essere necessariamente introdotti con la dieta come valina, serina, niacina) e flavonoidi!
A proposito di quest’ultimi… ti ricordiamo che la sinergia tra vitamina C e flavonoidi favorisce l’assorbimento del ferro oltre che a partecipare alla produzione di emoglobina (azione protettiva sulla microcircolazione sanguigna)! In più, promuovono la salute del fegato, prevengono le malattie cardiovascolari e sì, contribuiscono anch’essi a rafforzare il sistema immunitario!

Come potresti consumarlo? Mezzo cucchiaino al giorno, sempre a crudo, aggiunto alle tue bevande (o yogurt) preferite!

Rosa Canina

Ed eccoci arrivati all’ultimo super-cibo immunostimolante: la rosa canina in polvere. In 100 g delle sue bacche troviamo la stessa quantità di vitamina C presente in 1 Kg di limoni, niente male è?!!? La nostra polvere è ottenuta dalla macinazione a freddo di semi secchi di rosa canina selvatica ed è proprio qui che la nostra vitamina C si concentra! Per non parlare di tutte le sue altre sostanze antiossidanti: betacarotene (che si trasforma in vitamina A), licopene (un altro carotenoide), vitamina B1 e B2, E e K…non manca quasi niente!

Tannini e fibre, vanno a completare il profilo di una bacca che potremmo definire davvero antinfiammatoria e tonificante, non solo a livello immunitario ma anche intestinale, grazie all’azione astringente dei primi e all’azione probiotica delle seconde! A chi la consigliamo in particolar modo? Ai fumatori, a chi soffre di carenze alimentari e alle persone affette da astenia, che accusano particolarmente lo stress. Le dosi consigliate variano da 2 a 5 g giornalieri per periodi di 3-4 mesi (sempre con pause di una settimana). Il suo sapore, rispetto ai precedenti più aciduli, è più gradevole: a noi piace tantissimo miscelata a yogurt o kefir.

Visualizzazioni:(257)